News

FORMALDEIDE: NUOVA CLASSIFICAZIONE

REGIONE LOMBARDIA: d_11665_15_11_2016-formaldeide  

Formaldeide: la gestione del rischio alla luce della nuova classificazione – entrata in vigore dal 1° gennaio 2016.
La classificazione della formaldeide è stata modificata da:

H351: “Sospetto di provocare il cancro”

a

H350: “Può provocare il cancro”.

La formaldeide è un elemento contenuto nella plastica, nel legno (produzione di truciolari), nelle vernici, come battericida nei fluidi lubro-refrigeranti, nelle anime e forme in sabbia da fonderia, e viene utilizzato nei più svariati settori: quello alimentare, sanitario, cosmetico, l’arredamento.

Per l’organizzazione aziendale sarà necessario valutare i possibili impatti, quali per esempio: l’aggiornamento del DVR, l’adeguamento del protocollo sanitario, e ove necessario, l’istituzione del Registro degli Esposti.

 

 

Leggi Tutto...

LAVORI USURANTI

L’obbligo per i datori di lavoro di comunicare entro il 30 aprile le lavorazioni particolarmente faticose e usuranti eseguite durante l’anno precedente.

Lavori Usuranti

Leggi Tutto...

OBBLIGO DI TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CERTIFICATI DI INFORTUNIO

Dal 22 marzo 2016, 180° giorno successivo all’entrata in vigore del decreto 151/2015*, l’obbligo di trasmissione del certificato medico di infortunio o di malattia professionale è a carico del medico certificatore o della struttura sanitaria che presta la “prima assistenza”.

Così il sito dell’INAIL, (scadenze, Certificato medico: nuova modalità trasmissione), che aggiunge: “Per consentire l’invio telematico dei certificati, è disponibile un’apposita procedura per la registrazione e la profilazione dei medici e delle strutture sanitarie che, nello svolgimento della propria attività, interagiscono con l’Istituto per l’invio del certificato medico di infortunio o di malattia professionale”.

Non tutti i medici certificatori né tutte le strutture sanitarie che prestano la prima assistenza possono utilizzare la procedura telematica, ma solo quelli che ne avranno fatto richiesta all’INAIL competente per territorio, attraverso il modulo che è messo a disposizione sul sito istituzionale.

Altre informazioni e dettagli in merito sono forniti con questo elenco di links che renderanno più agevole il compito dei “certificatori” della trasmissione telematica dei certificati medici di infortunio o malattia professionale.

 Modulistica certificati medici di infortunio – in vigore dal 22 marzo 2016;

 Cronologia delle versioni di certificati di infortunio;

 XML schema versione 1.5;

 Specifiche tecniche per XSD;

 Tracciato TXT versione 1.5;

 Schemi, specifiche e tabelle.

“Dopo il settimo comma (del decreto Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n.1124 N.d.R.), sono inseriti i seguenti: Qualunque medico presti la prima assistenza a un lavoratore infortunato sul lavoro o affetto da malattia professionale è obbligato a rilasciare certificato ai fini degli obblighi di denuncia di cui al presente articolo e a trasmetterlo esclusivamente per via telematica all’Istituto assicuratore. Ogni certificato di infortunio sul lavoro o di malattia professionale deve essere trasmesso esclusivamente per via telematica all’Istituto assicuratore, direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria competente al rilascio, contestualmente alla sua compilazione.

La trasmissione per via telematica del certificato di infortunio sul lavoro o di malattia professionale, è effettuata utilizzando i servizi telematici messi a disposizione dall’Istituto assicuratore.

I dati delle certificazioni sono resi disponibili telematicamente dall’istituto assicuratore ai soggetti obbligati a effettuare la denuncia in modalità telematica, nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196” (Codice del trattamento dei dati personali, della privacy, N.d.R.).

Per maggiori informazioni consigliamo di visionare il seguente link: wlpT38004288511402998251331_contentDataFile=UCM_220616&_windowLabel=T38004288511402998251331

Leggi Tutto...